Norman Walker

Norman WalkerPossiamo dire che Walker era in sintonia con Arnold Ehret, sosteneva le stesse cose, incluso la dieta senza muco e la teoria del muco.

Da giovane, scoprì il valore di succhi vegetali, dopo essere guarito da ciò che lui stesso definiva un vero e proprio crollo fisico, in casa di una coppia di contadini nella campagna francese. Osservando la donna mentre pelava delle carote in cucina, notò l’umidità sul lato inferiore della buccia. Decise di provare a triturarle e ottenne la sua prima tazza di succo di carota.

Walker emigrò con i genitori negli Stati Uniti, lasciando l’Inghilterra, ultima residenza europea, partendo da Liverpool nel 1910 sul transatlantico Lusitania SS, e arrivando a New York nel mese di ottobre dello stesso anno, dove Walker fece diversi mestieri (anche se si era dichiarato “pittore” nella sua intervista all’ufficio immigrazione).

Walker si trasferì a Long Beach, in California. Con un medico, aprì un juice bar e offriva anche servizio a domicilio. Nel 1930, aveva messo a punto decine di formule di succo fresco per guarire disturbi di salute specifici. Walker riteneva che la pulizia del colon con succhi freschi fosse la chiave per una buona salute. Walker ha progettato un suo proprio spremitore, il Norwalk, che otteneva i succhi in due fasi – prima triturando la frutta e le verdure e poi estraendo il succo pressando i vegetali triturati. Quando il Dipartimento della Salute di San Francisco vietò i succhi vegetali non pastorizzati come quelli che faceva Walker, iniziò a produrre il suo estrattore di succhi in Anaheim, California. Mantenne la sua fabbrica in funzione a dispetto della scarsità di acciaio durante la Seconda Guerra Mondiale. Alla fine del 1940, si trasferì a St. George, Utah, dove trovò un vecchio mulino usato precedentemente per la lavorazione del cotone, ideale per la sua produzione di succhi, ma fu di nuovo ostacolato dalle normative locali del Ministero della Salute.

Big Pharma ha le mani lunghe ed è sempre presente per ostacolare ogni cosa che promuova la vera salute.

Walker vendette la sua quota della fabbrica al suo socio in affari e iniziò la pubblicazione della sua rivista sulla salute, The New Health Movement Review. Per molti anni, Walker gestì un ranch della salute in Arizona. Alla fine, cedette il ranch per dedicarsi completamente a scrivere libri. Walker ha seguito una dieta di cibi crudi e succhi freschi di frutta e verdura fino alla sua morte all’età di 99 anni.

Walker era a favore di una dieta basata esclusivamente su cibi crudi e freschi come verdura, frutta, frutta a guscio e semi. Considerava morti i cibi cotti e quindi insalubri, sostenendo che “mentre questi alimenti possono permettere di sopravvivere all’organismo umano, lo fanno a scapito della salute, che degenera progressivamente, e dell’energia e della vitalità”. Come i vegan consigliava di non mangiare carne, prodotti lattiero-caseari (ad eccezione del latte crudo di capra), pesce o uova.

I suoi suggerimenti dietetici includono evitare il consumo di alimenti come pane, pasta e riso, e lo zucchero. Walker ha dedicato ampie sezioni di molti dei suoi libri alla descrizione dei diversi organi del corpo umano, spiegando come funzionano il sistema digestivo e le varie ghiandole. Considerava un colon sano la chiave per la salute. Sosteneva che che l’80% delle malattie inizia nel colon. “Ogni, ghiandola, organo e cellula del corpo è influenzato dalle condizioni del colon”.

Secondo Walker, il numero uno alla base di quasi ogni afflizione o malattia è la stitichezza, affermando che la stipsi è “la causa principale di quasi ogni disturbo del l’organismo umano”. Questo perché i vasi sanguigni lungo il colon raccolgono sostanze nutritive tralasciate dall’intestino tenue. Nel suo libro Pure and Simple Natural Weight Control, Walker afferma: “Se le feci nel colon sono imputridite e fermentate, tutti gli elementi nutritivi presenti finiranno nel sangue come prodotti inquinati. Ciò che altrimenti sarebbe nutriente genera invece tossiemia, una condizione in cui il sangue contiene sostanze velenose che sono prodotte dalle deiezioni di batteri.” I brufoli possono essere un’indicazione della presenza di tossiemia. Walker riteneva che i prodotti lattiero-caseari in particolare hanno un effetto deleterio sulla salute umana. Ha testimoniato la scomparsa di molti disturbi escludendo dall’alimentazione i prodotti lattiero-caseari. Ha spiegato che gli organismi “patogeni” trovano un terreno fertile nel muco in eccesso generato dai prodotti lattiero-caseari.

Ha citato le seguenti malattie come aggravati o causati dal muco di cui i prodotti lattiero-caseari sono l’origine principale: febbre altalenante, raffreddori, influenza, disturbi bronchiali, tubercolosi, asma, febbre da fieno, sinusite, polmonite e alcuni tipi di artrite. I suoi scritti riflettono un grande interesse in diversi aspetti della salute e della nutrizione.

Norman Walker è morto  nella sua casa di Verde Valley a Sedona, in Arizona, il 6 giugno 1985, all’età di 99 anni e cinque mesi. Puoi vedere la scheda con l’immagine della sua tomba con incise le due date di inizio e fine della sua permanenza qui come Norman Walker: Cottonwood – Arizona

Libri e Carte in lingua inglese di Norman Walker:

  • Raw Vegetable Juices: What’s Missing in Your Body? (1936)
  • The Vegetarian Guide to Diet and Salad (1971)
  • Become Younger (1949)
  • Are You Slipping? (1961)
  • The Natural Way to Vibrant Health (1972)
  • Water Can Undermine Your Health (1974)
  • Back to the Land … for Self Preservation: a freedom, life-style, and nutritional commentary (1977)
  • Colon Health: the Key to a Vibrant Life (1979)
  • Pure & Simple Natural Weight Control (1981)
  • Wall charts: Endocrine Chart — Foot Relaxation Chart — Colon Therapy Chart